Archivi tag: Monotreme

Jeniferever – Silesia

Tornano i Jeniferever con un nuovo album “Silesia”, in uscita per Monotreme (distribuzione Goodfellas) ad aprile.
Iperrealismo rock. Suoni rarefatti, liquidi, onirici, magari un semplice telaio di chitarre elettriche su cui innestare con discrezione la sezione ritmica e una voce angelicata, ma anche orchestrazioni dense e corpose, partendo da un?idea bislacca di ambient music o dall’elettronica “povera” stile Sigur Rós. Il quintetto di Uppsala, sa esaltare con sorniona leggerezza il flirt fra poesia eterea e gioco intellettuale.
L’album è anticipato dallo splendido singolo “Wayfs & Strays”.
I Jeniferever saranno in tour per promuovere l’album. Al fine di finanziare il nuovo tour europeo la band ha lanciato una campagna di raccolta fondi su Indiegogo. Date anche voi il vostro piccolo contributo!

Jeniferever ‘Waifs & Strays’ by Monotreme Records

Contrassegnato da tag , , , ,

65daysofstatic – Escape From New York (Monotreme/Goodfellas)

Negli ultimi anni i 65daysofstatic si sono esiibiti sui palchi di tutto il mondo. Lo scorso anno la band proveniente da Sheffield ha anche avuto l’onore di accompagnare i Cure nel tour mondiale della band di Robert Smith.
Il tour dei Cure e dei 65daysofstatic si è concluso con due show a New York, tenutisi presso il Madison Square Garden e il Radio City Music Hall.
Questo cd, il primo album live per i 65daysofstatic, raccoglie alcuni dei brani che i 65daysofstatic hanno suonato dal vivo nelle due esclusive locations newyorkesi.
L’incredibile energia e la potenza dei 65daysofstatic sono state catturate in “Escape From New York”, album che contiene anche un dvd di 75 minuti con il live footage di alcune performance della band sul territorio statunitense (anche nei clubs alternative e punk americani, nei quail i 65daysofstatic si esibivano da headliner dopo aver aperto i concerti dei Cure!) ed interviste ai quattro componenti dei 65dos.

I 65daysofstatic saranno in tour in Italia a maggio, suoneranno al Magnolia di Milano il 13 maggio, allo Spazio 211 di Torino il 14 maggio e all’Init di Roma il 15 maggio, non perdeteli!

MP3 65daysofstaticRetreat! Retreat! (live)

Contrassegnato da tag , ,

Reigns – The House On The Causeway (Monotreme/Goodfellas)

I Reigns sono un duo composto dai fratelli Farthing, Roo e Tim, artisticamente conosciuti come Operator A e Operator B.
I due fratelli sono veterani della scena musicale britannica. Entrambi sono stati membri della band Christmas con Rob Ellis, Tim Farthing è stato per 18 mesi il chitarrista della band che accompagna dal vivo PJ Harvey e ha collaborato nuovamente con Rob Ellis nel progetto Spleen.
Dopo aver pubblicato due album con l’etichetta inglese Jonson Family, “We Lowered The Microphone Into The Ground” (uscito nel 2005) e “Styne Vallis” (uscito nel 2006) ed aver raggiunto lo status di cult band i Reigns hanno firmato un contratto che li lega a Monotreme, etichetta che fa dell’eclettismo e della qualità il proprio marchio di fabbrica.
Il primo frutto della collaborazione con la nuova etichetta è l’album “The House On The Causeway”, in uscita il 9 marzo e distribuito in Italia da Goodfellas,
Il disco conferma i Reigns quali impareggiabili alfieri di un genere che sta a metà strada tra elettronica, folk rock e post rock.

Ascolta: Reigns – Everything Beyond These Walls Has Been Razed

MySpace: Reigns
Etichetta: Monotreme

Reigns

Contrassegnato da tag , , ,

Barzin – Notes To An Absent Lover (Monotreme/Goodfellas)

Un immaginario introspettivo, malinconico e sentimentale. Romantico per dolce dolore, si potrebbe scrivere. Sono solo piccoli spostamenti, eppure Barzin, nelle profondità di qualche oceano, si muove proprio grazie a questi scarti.
“Notes To An Absent Lover”, successore dello splendido “My Life In Rooms”, ha colori pallidi e sfuggenti, eppure rischia di straziare per manifesta emotività. Una narcolessia pop (ma non tragga in inganno la provenienza canadese, i retaggi vanno ben oltre) di stampo cantautorale, dove il testo è scritto sapendo come e quando dovrà abbandonarsi alla musica. In punta di commozione, si intende, trascurando presunti appigli d’autoralità avant (sommessi – eppure presenti – in alcune prove precedenti) e sfruttando i sussurri dell’Ep “Just More Drugs”, da cui è tratta una “Queen Jane” in cui è palesato un personale viaggio verso la concretezza. Col volto sempre rivolto verso il basso, sia chiaro, e regalando solo qualche sussurro, arrangiato da carezze sonore in cui, forse per magia, la delicatezza sa essere graffiante e straordinariamente corporea.
Ed il lasciarsi andare alla caducità più pura (per fare due soli esempi: quella meraviglia di “Soft Summer Girls” e la conclusiva “The Dream Song”) mostra, oltre ad una preziosa sensibilità, la definitiva maturazione di un artista che, oggi, non ha nulla da invidiare a Glen Johnson o ad altri amici della penombra.
“Notes To An Absent Lover” esce in tutti i negozi di dischi il 16/02/2009 (Monotreme/Goodfellas)

Biografia
Barzin è un artista canadese di origine iraniana. Inizia ad appassionarsi di musica ai tempi del liceo, suonando la batteria in una band formata insieme ad alcuni compagni di scuola. All’università scopre la chitarra e dà inizio al proprio progetto musicale. L’esordio discografico arriva nel 2003. Con il secondo album “My Life In Rooms”, il prmo pubblicato dall’inglese Monotreme, Barzin apre lo spazio a collaborazioni e con l’aiuto di Tony Dekker (Great Lake Swimmers) Suzanne Hancock rende il proprio sound più completo ed emozionante.
(a cura di Marco Delsoldato e Giuseppe Marmina)

MP3 BarzinNobody Told Me *in esclusiva*
MP3 BarzinStayed Too Long In This Place
MySpace: Barzin

Contrassegnato da tag , , , , ,
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: